Free songs

Misurazione del radon

simbolo_radioattivo

Il gas radon è un gas radioattivo presente nel suolo e nei materiali da costruzione. La presenza del radon è legata all’abbondanza di minerali radioattivi naturali nella crosta terrestre. Tuttavia il radon diventa di particolare interesse, dal punto di vista sanitario, solo quando è presente negli ambienti confinati come gli edifici e tutti gli ambienti chiusi nei quali ha tendenza ad accumularsi.

Si valuta (1) che “una quota variabile, ma consistente, dei tumori polmonari sia attribuibile al radon. Per quanto riguarda l’Italia, esso può essere preliminarmente stimato in 5%-20% di tutti i tumori polmonari e quindi circa 1500-6000 casi/anno (su un totale di circa 31000)”. E sulla base di ciò, non stupisce quindi che il gas radon, “assieme ai suoi prodotti di decadimento, sia stato classificato dallo IARC-OMS, fin dal 1988, come agente cancerogeno di gruppo 1”

La società Magister è in grado di effettuare la misura della concentrazione del radon e la valutazione dell’esposizione personale.

Radon

Dosimetro

La normativa italiana prevede dei limiti di dose  sull’esposizione della durata di anno solare; pertanto i campionatori dovranno essere lasciati nella medesima posizione per 365 giorni. Per effettuare  una verifica intermedia delle condizioni ambientali si consiglia prevedere ulteriori campionatori ed effettuare una prima analisi trascorsi 3 mesi e poi quella conclusiva allo scadere dell’anno.

Oltre all’esposizione in ambienti sotterranei siamo in grado di effettuare la valutazione del radono presente nel sottosuolo al fine di classificare il rischio dell’area e valutare la necessità di ulteriori indagini o precauzioni da prendere in fase di costruzione di un edificio.

I limiti di riferimento da prendere in considerazione per la valutazione del livello di inquinamento sono essenzialmente due:

  • Organizzazione mondiale della sanità (WHO) che raccomanda come livello di riferimento un range compreso tra 100 e 300 Bq/m3
  • Commission for a Radiological Protection (ICRP) che raccomanda come livello di riferimento massimo 300 Bq/m3

Approfondimenti:

 

1) Fonte ISPRA