Free songs

Rischio esplosione

ATEX

Per il Datore di Lavoro c’è l’obbligo di redigere e mantenere aggiornato il DPCE – Documento sulla Protezione Contro le Esplosioni per valutare e gestire il rischio di esplosione ed adottate adeguate misure di sicurezza.

Magister dispone del personale qualificato per:

  • la classificazione dei luoghi dove sono essere presenti polveri combustibili e quelli con pericolo di esplosione per la presenza di gas, vapori o nebbie infiammabili

  • la valutazione del rischio per la sicurezza e la salute dei lavoratori che possono essere esposti al rischio di atmosfere esplosive.

All’interno di questo documento devono essere presenti le seguenti indicazioni:

  • che i rischi di esplosione sono stati individuati e valutati, che verranno prese le misure necessarie per ottemperare a quanto richiesto dal Testo Unico
  • quali sono i luoghi che sono stati classificati a rischio di esplosione
  • quali sono i luoghi in cui si applicano le prescrizioni minime di cui all’allegato L del TU
  • che i luoghi e le attrezzature di lavoro, compresi i dispositivi di allarme, sono concepiti, impiegati e mantenuti in efficienza tenendo nel debito conto la sicurezza.

L’analisi del rischio d’esplosione comprende i seguenti elementi:

  1. individuazione delle sostanze infiammabili presenti e delle loro caratteristiche di esplosività
  2. determinazione della probabilità che si formi un’atmosfera esplosiva pericolosa
  3. determinazione della presenza e della probabilità di sorgenti d’accensione efficaci
  4. determinazione dei possibili effetti di un’esplosione
  5. stima e valutazione del rischio.

Se il rischio non è accettabile, occorre individuare delle misure di eliminazione o minimizzazione del rischio.

Per la classificazione delle aree si fa riferimento alle norme tecniche armonizzate relative ai settori specifici:

  • EN 60079-10 (CEI 31-30) per atmosfere esplosive in presenza di gas,
  • EN 50281-3 (CEI 31-52) per atmosfere esplosive in presenza di polveri combustibili