Free songs

Autorizzazioni e DVR

Scritto il 2 giugno 2013 da admin

NOVITA’: è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea il Regolamento (UE) 776/2017 recante modifica, ai fini dell’adeguamento al progresso tecnico e scientifico, del regolamento CLP relativo alla classificazione, all’etichettatura e all’imballaggio delle sostanze e delle miscele.

Da alcune indagini emerge che il 70% delle piccole e medie imprese che non operano nel settore chimico non conosce l’impatto diretto che i regolamenti REACH e CLP possono avere sulle proprie attività. Considerando il loro fatturato molte imprese non pensano di doversi conformare al Regolamento REACH, con il rischio di immettere sul mercato europeo prodotti chimici non conformi e non sicuri.

Per migliorare la conoscenza tra le piccole e medie imprese dei vari regolamenti europei e migliorare la sicurezza chimica l’ Agenzia europea per le sostanze chimiche (ECHA) ha pubblicato “La sicurezza chimica nelle imprese“, un documento che contiene informazioni pratiche tese a chiarire i ruoli e gli obblighi delle imprese a norma dei regolamenti REACH, CLP e BPR.

Effettuiamo tutte le valutazioni dei rischi presenti in azienda, pratiche inerenti il rischio incendio e le autorizzazioni ambientali.

È stata pubblicata la versione aggiornata a maggio 2017 del D.Lgs. 81/08.

+Novità del D.Lgs. 81 nella versione di maggio 2017:

- inserite le circolari n. 21/2016, n. 23/2016, n. 28/2016 e n. 11/2017

- inserito l’Accordo Stato Regioni rep 128/CSR del 7/07/2016 finalizzato alla individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione

- sostituito il decreto dirigenziale del 21/07/2014 con il decreto dirigenziale del 1/08/2016 riguardante l’elenco dei soggetti abilitati ad effettuare i lavori sotto tensione in sistemi di II e III categoria

- modifiche introdotte all’art. 4 c.1, del decreto 9/07/2012 e agli allegati 3A e 3B ai sensi del decreto 12/07/2016

- modifiche introdotte agli articoli 206, 207, 208, 209, 210, 211, 212, 219, commi 1, lettere a) e b), e 2, lettere a) e b), all’allegato XXXVI, nonché l’introduzione dell’articolo 210-bis, previste dal D.Lgs n.159 del 1/08/2016

- sostituito il decreto dirigenziale del 18/03/2016 con il decreto dirigenziale del 9/09/2016 riguardante il tredicesimo elenco dei soggetti abilitati per l’effettuazione delle verifiche periodiche di cui all’art. 71 c.11

- inserito il Decreto 25/05/2016, n. 183, recante “Regolamento recante regole tecniche per la realizzazione e il funzionamento del SINP”

- inserito il Decreto Interdirettoriale n. 35/17, che regolamenta il provvisorio rinnovo dell’iscrizione negli elenchi dei soggetti abilitati all’effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro

- inseriti gli interpelli dal n.11 al n. 19 del 25/10/2016

- modifiche agli articoli 18 c.1-bis e 53 c.6, nonché all’entrata in vigore dell’obbligo dell’abilitazione all’uso delle machine agricole, ai sensi dell’Accordo Stato-Regioni del 22/02/2012, introdotte dal decreto-legge n.44 del 30/12/2016

- eliminate le note n. 33 (box sanzionatorio art. 26 c.3, quarto periodo) e n. 63 (art. 55 c.5, lett. d.), nonché corrette le colorazioni dell’art. 26 c.3, indicanti le norme sanzionate a causa di un refuso

- inserito un commento personale nei box sanzionatori di cui agli artt. 225, 226, 228, 229, 235, 236, 239, 240, 241, 242, 248 e 254 per le sanzioni a carico del preposto

- integrato il commento personale n. 37 a seguito della modifica normativa al comma 3 dell’art. 1 della Legge 177/2012 e dall’emanazione del decreto 11/05/2015, n. 82, recante “Regolamento per la definizione dei criteri per l’accertamento dell’idoneità delle imprese ai fini dell’iscrizione all’albo delle imprese specializzate in bonifiche da ordigni esplosivi residuati bellici, ai sensi dell’art. 1 c.2, della legge 1/10/2012, n. 177”

 

Magister S.r.l.  è in grado di organizzare corsi di formazione per i lavoratori inerenti i rischi specifici.

Dal 1 giugno 2016 è diventata operativa la nuova Direttiva SEVESO 3 (2012/18/UE) per gli stabilimenti esistenti a rischio di incidente rilevante. La nuova Direttiva introduce significative novità:

  • classificazione delle sostanze e delle miscele allineata al Regolamento CLP
  • obbligo di valutare anche gli scenari incidentali derivanti da eventi naturali (terremoti, inondazioni, ecc.)
  • maggior obblighi per l’informazione alla popolazione (chiara, comprensibile e tempestiva)
  • definizione di piani di ispezione e controllo per tutti gli stabilimenti soggetti (frequenze e procedure per le ispezioni)

Approfondimenti